Cosa di gran momento è la morte dei suoi diletti

 

Salmo 116 : 15 

Cosa di gran momento è agli occhi dell’Eterno la morte de’ suoi diletti.

Questo versetto del salmista afferma una cosa di grande consolazione e gioia per il cristiano che muore. Come afferma la Sacra Scrittura, l’essere umano è composto da spirito, anima e corpo : quando una persona muore, il corpo torna alla polvere da cui è stato tratto, mentre lo spirito ritorna a Dio che l’ha dato, infine l’anima sopravvive alla morte e nel caso di una persona che muore in Cristo va in paradiso dove si riposa dalle proprie fatiche terrene. Il discepolo del Signore e Salvatore Gesù Cristo quando finisce il suo cammino come pellegrino e forestiero sulla terra e in mezzo al mondo, con la sua anima ascende al cielo, dove finalmente nella pace e nella gioa può contemplare la gloria del Signore. La verità meravigliosa che questo piccolo versetto della Bibbia rivela agli esseri umani è che il cristiano, grazie al sacrificio espiatorio di Gesù Cristo, morto sulla croce per i peccati del mondo, viene purificato in maniera completa dai suoi peccati e diventa un figliolo adottivo di Dio, il quale considera la morte di un suo diletto figliolo adottivo una cosa preziosa ai suoi occhi, una cosa di grande valore. Agli occhi dell’Eterno, dell’Iddio vivente e vero, la morte di ogni suo caro figliolo adottivo non è vana, anzi è preziosa e con la morte il cristiano inizia una vera vita colma di pace e di gioia immensa potendo finalmente stare alla presenza del Signore e godere dalla contemplazione della sua infinita gloria.

Chi ha un cuore pronto all’ascolto della parola di Dio, mediti su quello che la Sacra Scrittura afferma.